mercoledì 14 novembre 2012

Pane alle verdure...alla faccia dei tolleranti!

Prendete due mie ricette e le unite...ed ecco che abbiamo questa nuova ricetta! :)
Scherzi a parte, tutto questo è vero ma solo in parte...
Questa ricetta la dedico a tutti quelli che ci guardano con una faccia piena di compassione (ovviamente falsa) quando diciamo loro di avere intolleranze alimentari.
A tutti quelli che ci mangiano davanti qualcosa facendoci notare che "noi non possiamo", a tutti quelli che dicono che rifare ricette con ingredienti alternativi è come creare una sorta di schifezza utile solo a convincerci di non essere "malati".
A tutti quelli che quando invito a cena portano qualcosa che non posso mangiare (scusa la mia poca educazione, non puoi mangiartelo a casa tua?) ed a tutti quelli che quando invito a cena, invece, mangiano come se fossero obbligati per educazione.
A tutti quelli che, una volta assaggiato qualcosa commentano con un "uhm...beh...non è nemmeno male fatto alla tua maniera".
Infine a tutti i dottori che non credono alle intolleranze alimentari!
Come avrete notato oggi ho il dente avvelenato!
Sono più di dieci anni che vivo senza latticini e senza grano e frumento, sono ancora viva e, mi spiace deludervi, MANGIO COSE BUONE!
Forse alle volte troppo semplici, forse alcune meno gustose, ma tutte fatte col cuore e con la passione di chi ha davvero notato che credere alle intolleranze, anche se richiede molta forza di volontà, migliora la propria salute.
La settimana scorsa, come sapete, ho fatto il pane...una soddisfazione enorme.
Oggi voglio proporvelo con le verdure, con la speranza che lo facciate assaggiare soddisfatti a uno di quelli che ho citato sopra! ;)

Ingredienti:

Vedi ricetta pane per avere la pasta preparare l' impasto.

Per il ripieno:
1 cipolla
1 carota
1 zucchina
1 peperone giallo
1 peperone rosso
1 melanzana
Olio extra vergine di oliva
Brodo vegetale

Pulite tutte le verdure, tagliatele più piccole che potete e fate soffriggere per pochissimo tempo il tutto in una padella, con un filo d' olio extra vergine di oliva.
Continuate la cottura aggiungendo man mano del brodo vegetale. Quando saranno praticamente cotte fate semplicemente asciugare il più possibile, poi spegnete e fate raffreddare.

Intanto stendete uno strato sottile di pasta in una teglia rettangolare abbastanza grande, dovrà diventare un bel pagnottone grande.
Ora versate un bello strato abbondante di verdure ed iniziate ad arrotolare la pasta fino ad ottenere un bel filoncino ripieno.

Per quanto riguarda la cottura è la stessa del pane normale:
Forno ventilato, 100/125° fino a quando si sarà dorato ed avrà fatto una bella crosticina sopra.


Io prima di infornarlo ho fatto dei tagli in diagonale sulla parte alta della pagnotta (come vedete nella foto sopra), in modo da vedere il ripieno una volta cotto...
Che dite? Vi ispira?
Non mi resta che dirvi buon appetito e alla faccia di chi ci vuol male! ;)

20 commenti:

  1. Mi ispira si!!! :)
    Preferisco centomilavolte il salato al dolce, e questa ricetta è davvero invitante!

    Non deve essere per niente facile affrontare le limitazioni poste dalle intolleranze, in un contesto dove solo chi lo è può capire pienamente.
    Leggendo il tuo post, pensavo, che se fossi io intollerante (e magari lo sono e non lo so c'è da dire..dato che alcuni alimenti mi danno un po' di problemi, ma sto zitta perchè sono ignorante in materia e magari chi soffre di intolleranze ha problemi molto più intensi dei miei) rinunciare ai latticini mi costerebbe non poco.

    Tu sei bravissima riesci a preparare dei piatti buonissimi, che per me magari sono sempre esistiti solo carichi di formaggio...per dirne una, che fa male non solo a chi è intollerante ...quindi la tua dieta è utile a tante persone, anche se, per problemi diversi.

    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sei sempre troppo gentile con me :)
      A tutto ci si abitua, chi più facilmente e chi meno, ma prima o poi ci si abitua. Calcola che io vivevo a latte fresco della centrale, gorgonzola e stracchino...pensa te! :)
      Permettimi di consigliarti di non sottovalutare i problemi che ti danno alcuni alimenti, se pensi che tu possa patire qualcosa fare il test potrebbe essere una buona idea.
      Grazie per il bravissima, anche se immeritato...diciamo che ci provo e mi impegno molto :)
      Alcune ricette che propongo sono davvero semplici semplici, domani ad esempio metterò dei fagioli cannellini saltati in padella con delle verdure...di una banalità imbarazzante.
      Ma anche questo ha un perchè: spesso siamo invitati a cena da persone che entrano nel panico e si scervellano per cucinarci qualcosa, quando a noi spesso basta ed avanza tranquillamente una ricetta proprio come quella di domani. Banale, ok, ma sicura al 100% :)
      E' troppo facile l' errore se non si è abituati...per questo penso sia meglio consigliare anche cose così semplici.

      Complimenti per la tua di ricetta, devo assolutamente provarla!
      Ti mando un abbraccio, a presto!

      Elimina
  2. Come condividere ciò che hai scritto, credo che fino a qualche anno fa, l'intolleranza fosse vista come una brutta cosa, invece negli ultimi anni si è capito che si può vivere benissimo anche senza determinati ingredienti e anche io ho provato alcuni piatti intolleranti e ti dirò sono buonissimi, queste persone che tu hai citato sono solo persone ignoranti :-( Questo pane infine è una gustosità, ciaooooooo :-DD
    Alice P.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alice, sei davvero gentile.
      Sapere che ci sono "tolleranti" che credono lo stesso in noi è davvero molto bello :)
      Grazie di seguirmi, lo apprezzo davvero.
      Un bacio, a presto!

      Elimina
  3. Ciao! Ottimo pane, mi piace davvero, brava! Concordo sul discorso sulle intolleranze, perchè chi ne soffre ha la vita un po' più difficile dei tolleranti...io, per esperienza di una mia amica, mi occupo spesso di quella al glutine,forse la più conosciuta al momento... quello che mi dispiace è che, come quasi tutte le cose, le intolleranze siano diventate un business per molti, così via di diagnosi approssimative e pedestri solo per far soldi e chi ci rimette è poi ne fa le spese chi ne soffre veramente e trova i suoi prodotti commercializzati alle stelle e tante altre difficoltà, certo che se tutti fossimo un po' più sensibili non guasterebbe e la vita degli intolleranti sarebbe un po' più tollerabile e meno difficoltosa! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie per essere passata da me!
      Hai ragione, molti se ne approfittano e ne stanno facendo un vero business...per questo ho deciso di aprire il blog! In modo che le persone possano trovare uno spunto per farsi in casa ciò che altrimenti comprerebbero!
      Speriamo che col tempo migliorino un po' le cose...non ci resta che aspettare!
      A presto!

      Elimina
  4. Alla faccia del dente avvelenato, ma non sai che fatica doversi adattare e preparare qualcosa che puoi mangiare anche tu, ma portatelo da casa no? e poi mangiare ste cose con gli ingredienti alternativi non lo farei mai e poi mai!!! Hai proprio un brutto carattere!!!;-)) Hai capito chi sono vero? Questo pane deve essere fantastico!!
    Marianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco cosa succede quando si chiede ad amici di visitare il blog per avere visite!!! Ahahahahahahah Caspita Marianna che brutto carattere!!! Certo che ho capito chi sei ;) sei una delle poche che si sbatte un sacco per far mangiare anche me alle cene che organizza! Dobbiamo fare una sezione del blog "quando ho un rompicoglioni a cena" gestita da te, per quando sono invitata :D E così non proveresti mai ingredienti alternativi eh...ma se me l' hai fatto mangiare tu il farro per la prima volta!!! ;) Cmq non ci crederai ma proprio dieci minuti prima di leggere il tuo commento dicevo con Paolo "nel we chiediamo a Luca e Marianna se si riesce ad organizzare una cena?" PS: Mia mamma dice che sei un mito! :D Sa...ti chiamo va...

      Elimina
    2. Sai che io sono alla vecchia maniera, l'ospitalità è sacra, quindi chiunque si siede alla mia tavola deve spazzolare tutto quello che ha davanti e sentirsi come a casa sua, pecco ancora nei dolci "alternativi", ma tanto di solito a quello pensi tu!;-). Ringrazio tua mamma, sai che te la invidio sempre un sacco!!!

      Elimina
    3. Belin ma sai che non capivo chi eri? Ringrazia Babuccio :D
      Sono abituata che scrivi da "anonima" e poi ti firmi....ahahahahah
      Ehhhh mia mamma è mia mamma...te la dovrai giocare con Paolo :D
      Wow ora che hai il tuo profilo DOVRAI iscriverti al blog, altrimenti non ti sto più amica!!! :D
      Ah dimenticavo....direi che con me non hai problemi...sono brava a spazzolare tutto quello che mi metti davanti! ;)

      Elimina
  5. Ciao! Questo rotolo di pane ti è venuto benissimo, sembra sofficiosissimo vero?

    Io mi faccio anche i bignè con la maizena e farina di riso e vengono buonissimi! ;-)

    A presto!

    Lucy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucy, piacere di conoscerti.
      Ieri avevo visto il tuo blog di cucina, con quell' hamburger che solo al pensiero...
      Oggi invece ho visto anche l' altro, sei un genio! Ci sono idee favolose...insomma mi sono iscritta anche a quello :D
      Grazie per i complimenti per il pane, in effetti è rimasto molto morbido :)
      Proverò presto i tuoi bignè allora!
      A presto!

      Elimina
  6. wow questo pane è stupendo e fa venire una fame pazzesca,a quest'ora poi.....................
    io sono tollerante ma ............non sono tra quelli che tu hai elencato :))
    ciao a presto.
    mi unisco ai tuoi followers perchè il tuo blog mi piace tantissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Franca! Noi intolleranti abbiamo bisogno di tolleranti come te! ;)
      Grazie per esserti iscritta, mi fa molto piacere ;)
      A presto!

      Elimina
  7. Ciao, sei davvero brava!!! Anche a me dà un po' di fastidio, quando invito qualcuno a cena, se portano qualcosa da mangiare... "ma scusa, non ti fidi di quello che cucino? Quando vai al ristorante ti porti il pentolino da casa?"
    Continua per la tua strada :)
    Salutoni Maria Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie per essere passata di qui :)
      Ho visto il tuo blog...hai delle idee bellissime, complimenti!
      Mi sono iscritta anche io al tuo blog ;)

      A presto!

      Elimina
  8. Concordo pienamente con te, è un mondo difficile... soprattutto per noi intolleranti.
    Grazie per la ricetta, come sempre proverò a farla ma modificando qualche verdura perché sono intollerante anche alle solanacee...

    Un abbraccio da Kiotta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Kiotta, grazie!
      Speriamo che col tempo le cose migliorino anche per noi, mettiamola così...
      Per la celiachia sono stati fatti passi da gigante, magari un giorno anche noi avremo le attenzioni che meritiamo!
      Anche mia sorella è intollerante alle solenacee, puoi farlo alle olive! ;)
      A presto!

      Elimina
  9. Peccato che ci sia anche chi rischia la vita per vere e proprie allergie...che spesso non vengono prese sul serio proprio perché oggi è molto di moda dirsi intolleranti a questo o a quello...

    RispondiElimina